Bloodborne Ita Wiki
Advertisement

Padre Gascoigne (noto come Father Gascoigne nella versione inglese) è un personaggio e un boss obbligatorio apparso in Bloodborne.

Descrizione[]

Padre Gascoigne è un esperto cacciatore che ha ceduto alla sete di sangue della caccia e, di conseguenza, è in preda a una furia omicida. È armato con l'Ascia da cacciatore e una versione modificata della Pistola da cacciatore che si comporta come l'Archibugio da cacciatore, e indossa il caratteristico Set di Gascoigne.

Nonostante il suo titolo, non è un sacerdote della Chiesa della Cura, come spiegato nella descrizione dei suoi indumenti.

Luogo[]

  • Tomba di Oedon
    • Si trova oltre il ponte con il macigno fiammeggiante a Yharnam centrale.

Lore[]

Padre Gascoigne era un sacerdote in una terra straniera, dove gli venne conferito il titolo di "Padre". Ad un certo punto della sua vita, Gascoigne viaggiò a Yharnam e si unì alla Chiesa della Cura in qualità di cacciatore. Qui, Gascoigne collaborò con Henryk, un cacciatore più anziano. I due lavoravano molto bene assieme, e la loro collaborazione allungò "tragicamente" la vita di Henryk.

Tempo dopo, Gascoigne prese in moglie una donna di nome Viola e i due ebbero dei figli. Man mano che Gascoigne continuò a cacciare, iniziò a soffrire la sete di sangue, dimenticandosi persino della sua famiglia. Viola era solita suonare un Piccolo carillon, un loro cimelio, per farlo ritornare a casa quando tardava la notte, aiutandolo a ricordare lei e le loro figlie quando era in procinto di soccombere alla sete di sangue. La figlia dei due, la Bambina, risiede ancora a Yharnam centrale, a meno che il Cacciatore non la mandi alla clinica di Iosefka, dove diverrà un Servo celeste, o alla cappella di Oedon, lungo la strada verso la quale sarà uccisa da un Cinghiale mangiauomini. Il Piccolo carillon verrà affidato al Cacciatore quando questi parlerà con la Bambina e può essere usato contro Padre Gascoigne per stordirlo durante lo scontro.

Durante la sua ultima caccia, Gascoigne cedette totalmente alla sete di sangue, divenendo un mostro non migliore delle belve che aveva sempre cacciato. Viola uscì di casa per cercarlo, ma dimenticò il carillon a casa. Il suo cadavere si trova nella tomba di Oedon, non lontano da dove Gascoigne sta facendo a brandelli dei cadaveri, finché il Cacciatore non pone fine alle sue sofferenze. Non è chiaro se sia stato lui a ucciderla oppure le belve, ma indipendentemente da ciò, perderla ha privato Gascoigne di quel poco di umanità che gli restava.

Strategia[]

Padre Gascoigne ha tre fasi durante lo scontro. Nelle prime due fasi utilizza la sua arma caratteristica, l'Ascia da cacciatore. Inizia con l'ascia in forma normale e spara con la sua Pistola da cacciatore dopo una serie di attacchi o dopo aver schivato. Gascoigne vacilla quando colpito dalla maggior parte delle armi due o tre volte, ma in seguito per una frazione di secondo non sarà possibile farlo barcollare e lui ne approfitterà per attaccare. Imparare questo tempismo presenta un'ottima opportunità per stordirlo e sferrare un Attacco cruento. Altrimenti, schivare lateralmente e poi riprendere ad attaccare. È meglio cercare di colpirlo con attacchi in trasformazione, poiché lo faranno sempre barcollare.

A media distanza, spesso Gascoigne rotolerà verso il giocatore; sparargli mentre è in capriola interrompe l'attacco seguente e lo fa barcollare (questa tecnica funziona con tutti i nemici cacciatori, ma non è garantita, in quanto spesso sparano appena dopo la capriola).

Una volta che la salute è stata ridotta a 2/3, trasformerà l'ascia e inizierà a brandirla a due mani. È l'unico cacciatore del gioco che può ancora usare la pistola anche brandendo l'arma a due mani.

Nell'ultima fase, raggiungibile quando la sua salute viene ridotta a 1/3, si trasforma permanentemente in una creatura simile a un lupo. In questa forma è più forte, veloce e aggressivo. Guadagna inoltre un nuovo attacco in salto che può cogliere di sorpresa i giocatori se non prestano attenzione. Tuttavia, la sua resistenza al Fuoco si riduce drasticamente. È sempre possibile farlo barcollare con armi da fuoco.

Evocazione[]

Padre Gascoigne può essere un potenziale alleato per il Cacciatore a Yharnam centrale e contro il Chierico belva.

Per evocarlo, i giocatori devono prima:

  1. Acquisire un punto Intuizione.
    • Incontrando il Chierico belva o usando una delle due Conoscenze del folle che si trovano nell'area.
  2. Ritornare al Sogno del cacciatore per acquisire la Campana del vecchio cacciatore e poterlo evocare.
  3. Spendere un punto Intuizione per evocarlo.
    • Si trova vicino alla fontana di metallo nei pressi della casa della Bambina.

Note[]

  • Usare il Piccolo carillon vicino a lui ferma i suoi attacchi e lo porta a prendersi la testa fra le mani dolorante mentre parla da solo. Ciò può aiutare i giocatori a rendere lo scontro con Gascoigne meno complicato, specialmente durante la seconda fase, dove brandisce l'ascia a due mani.
    • Usare il Piccolo carillon tre volte prima della fase finale lo porta a trasformarsi prematuramente in una belva.
  • Il cadavere di Viola si trova su un tetto vicino all'area dove si affronta Padre Gascoigne. La Spilla ornata rossa può essere raccolta dal suo corpo.
  • Henryk, il suo vecchio compagno di caccia, può essere affrontato nei pressi della lanterna della Tomba di Oedon durante il filone narrativo di Eileen il corvo.
  • A differenza di quello di molti altri personaggi evocabili, il modello di Gascoigne non subisce alcun cambiamento e resta sempre molto più alto del giocatore.

Curiosità[]

  • È stato doppiato da Connor Byrne nella versione inglese e da Lorenzo Scattorin in quella italiana.
  • Le sue armi funzionano molto diversamente da quelle del giocatore.
    • L'Ascia da cacciatore, per esempio, è leggermente ricurva rispetto a quella brandita dal giocatore. La brandisce inoltre in modo diverso. Il giocatore la tiene con la parte tagliente rivolta verso sinistra, mentre Gascoigne la tiene verso destra. Sferra inoltre dei montanti e schianti sul terreno, che emettono scintille.
    • La sua Pistola da cacciatore si comporta come un Archibugio da cacciatore e sembra essere a canna basculante, come visto quando spara.
    • Le sue armi si comportano in maniera diversa perché Gascoigne è un cacciatore più esperto, che utilizza tecniche avanzate e non accessibili al giocatore.
  • Il nome di Gascoigne è di origine francese e molto diffuso in Inghilterra, motivo per cui Gascoigne parla con un accento tipico dell'Irlanda del sud. Nel filmato introduttivo della versione in lingua inglese pronuncia la frase "Beasts all over the shop" (in italiano tradotta con "Bestie dappertutto"); "All over the shop" è un'espressione inglese molto utilizzata in Irlanda.
  • Suonare il Piccolo carillon vicino a Gascoigne quando lo si ha evocato lo fa ridere.
  • Nella Alpha, dopo aver ucciso il giocatore, Gascoigne pronunciava la parola "Umbasa", un'espressione simile al nostro "Amen" utilizzata nell'universo di Demon's Souls, all'epoca ritenuto il predecessore spirituale di Bloodborne. Questa espressione è stata poi rimossa nel gioco completo.
  • Se si ascolta attentamente dopo averlo ucciso in forma bestiale, lo si può sentire gridare "forgive me" (in italiano "perdonatemi"). È possibile si riferisse a Viola, sua figlia o al suo vecchio compagno Henryk, forse tutti quanti, per scusarsi dopo aver visto il mostro che era diventato. È possibile si rivolgesse anche al protagonista.
  • Tecnicamente è possibile evocare Gascoigne per affrontare sé stesso, ma non può né salire le scale né prendere l'ascensore, quindi è impossibile che raggiunga la tomba di Oedon.

Colonna sonora[]

The Hunter[]

https://youtu.be/DaoyKECQnPw

Advertisement