Bloodborne Ita Wiki
Advertisement

Il Martire Logarius (noto come Martyr Logarius nella versione inglese) è un boss opzionale apparso in Bloodborne.

Descrizione[]

Logarius sorveglia la Regina immortale di Cainhurst, per impedire a chiunque di incontrarla.

Dopo aver trascorso lunghi anni a sorvegliare l'accesso alla camera della regina, Logarius è diventato un'ombra di sé stesso, quasi come una mummia vivente, pur indossando dei magnifici abiti che evidenziano la sua posizione. Brandisce una piccola falce e un lungo pugnale serpentino, che potenzia con l'arcano.

Luogo[]

  • Seggio di Logarius
    • Sui tetti del Castello dimenticato di Cainhurst.

Lore[]

Il Martire Logarius era un tempo il leader dei Carnefici, un ramo di fanatici della Chiesa della Cura dedicata al totale annientamento dei Vilesangue di Cainhurst per il loro utilizzo del Sangue antico, ai loro occhi, profano e corrotto. Finì però per scoprire un "vile segreto" nel castello, decidendo di sorvegliarlo per impedire a chiunque di scoprirlo. Indossò quindi la Corona delle illusioni e si sedette sul suo seggio, vegliando il luogo per l'eternità.

Viene menzionato spesso da Alfred, che nutre per lui una profonda ammirazione.

Gehrman in seguito cita Logarius in un dialogo sulla moralità con il Cacciatore.

Strategia[]

Il Martire Logarius usa principalmente incantesimi basati sull'arcano. Lo scontro è diviso in due fasi:

Prima fase[]

Durante la prima fase, Logarius eviterà di combattere il giocatore a distanza ravvicinata. Utilizzerà principalmente tre incantesimi:

  1. Il primo è una sfera magica a ricerca. Può essere evitata ed è possibile attaccare Logarius mentre la sta lanciando. Non può essere interrotto, ma un Attacco cruento al momento giusto può rendere il Cacciatore temporaneamente invulnerabile.
  2. Il secondo è una serie di teschi magici lanciati a barriera. I teschi sono mediamente distanti fra loro, permettendo al giocatore di schivare attraverso di essi prima che Logarius li unisca in un unico teschio gigante.
  3. Il terzo è un'esplosione di teschi, sia normale che ritardata. Questi due incantesimi rendono particolarmente pericoloso approcciarlo a distanza ravvicinata.

Se il giocatore gli si avvicina abbastanza, Logarius userà occasionalmente la sua falce come arma da mischia. Questo attacco è l'unico che può essere parato con uno sparo durante la prima fase. È più affidabile però attaccarlo normalmente, poiché raramente usa attacchi in mischia durante la prima fase.

Seconda fase[]

La seconda fase ha inizio quando la sua salute viene ridotta all'incirca il 70%. Logarius caricherà un attacco ad area per più o meno 7 secondi. Benché non sia possibile interromperlo con attacchi normali, può essere colpito alle spalle con un attacco caricato seguito da un attacco cruento, così da interrompergli il potenziamento; così sarà possibile farlo vacillare anche con attacchi normali per tutto il resto dello scontro.

Logarius ora diventerà molto aggressivo e guadagnerà la capacità di levitare a mezz'aria. Inizierà a usare la sua spada nella mano sinistra. La maggior parte delle volte attaccherà con entrambe le armi, piuttosto che lanciare magie, rendendo possibile stordirlo più spesso.

Logarius può conficcare la spada nel terreno, generando un piccolo attacco ad area. La spada resterà a terra e sopra di essa apparirà una nube di coltelli. Questi ultimi piomberanno sul cacciatore, infliggendo danni a ripetizione. La spada può essere distrutta con uno sparo o con un semplice attacco.

Note[]

  • Il Set del carnefice è la tenuta indossata da coloro che seguivano il Martire Logarius ed è l'unico oggetto del gioco la cui descrizione cita Logarius stesso.
  • La Corona delle illusioni può essere raccolta da terra dopo aver ucciso Logarius.
  • La Runa di Caryll Lago arcano potenzia la difesa contro gli attacchi arcani di Logarius.
  • L'incantesimo che evoca le spade può essere cancellato distruggendo la spada conficcata nel terreno con un attacco o con un proiettile.
  • Una strategia valida per questo scontro è stare sempre vicini a Logarius durante la prima fase, limitando le sue opportunità di attacco, e in seguito farlo vacillare continuamente durante la seconda, distruggendo le spade ogni volta che le evoca.
  • Gli improvvisi cambiamenti di ritmo durante lo scontro possono rendere difficile stordire Logarius, poiché le due armi che usa hanno delle tempistiche estremamente differenti. In una mano, brandisce una falce che sferra lenti attacchi in spazzata. Nell'altra, brandisce una spada con fendenti rapidi e affondi, che può confondere le tempistiche del giocatore. È importante prestare attenzione a che arma sta usando per stordirlo efficacemente.

Curiosità[]

  • Il Martire Logarius indossa degli abiti gialli, un possibile riferimento ad Hastur, il re in giallo, apparso nel Ciclo di Cthulhu di H.P. Lovecraft.
  • La spada che Logarius brandisce con la mano sinistra ricorda molto la Soulbrandt di Demon's Souls.
  • Benchè non sia minimamente collegato a livello di trama e lore con gli Pthumeriani, il Martire Logarius condivide la propria OST con Yharnam, Regina Pthumeriana, boss finale dei dungeon dei calici.
  • Nei file di gioco, Logarius è noto come "Re Mietitore".
    • Ciò fa intuire che durante lo sviluppo di Bloodborne il Martire Logarius fosse collegato ai due nemici scartati "Re fantasma di bassa categoria" e "Re in blu".

Colonna sonora[]

Queen of Vilebloods[]

https://youtu.be/KTN5x0M9Qmo

Advertisement