Bloodborne Ita Wiki
Advertisement

Il Figlio perduto gigante (noto come Giant Lost Child nella versione inglese) è un nemico apparso in Bloodborne.

Descrizione[]

I Figli perduti giganti sono enormi creature che vagano per le dimensioni dell'incubo. I loro volti sono tremendamente deformati e hanno numerose cicatrici identiche a quelle inferte dalle fruste, implicando che un tempo venivano usati come schiavi.

Luoghi[]

  • Frontiera dell'incubo
  • Incubo di Mensis

Strategia[]

I Figli perduti giganti attaccano prevalentemente con lenti pugni, anche se occasionalmente andranno in uno stato di frenesia dove sferrano una serie di pestoni che possono uccidere facilmente il giocatore se si avvicina troppo.

Scaglieranno grandi rocce dalla lunga distanza e farsi colpire direttamente può essere fatale se non si possiede un'elevata vitalità. Anche le schegge delle rocce infrante possono infliggere danni ingenti quindi è consigliato spostarsi dalla zona d'impatto non appena lanciano il macigno. I Figli perduti giganti si trovano spesso in gruppi e lanceranno costantemente macigni al giocatore. È vitale prestare attenzione alla posizione di ciascun nemico e muoversi continuamente per evitare le rocce.

I Figli perduti giganti possono essere interrotti e sono suscettibili agli attacchi a sorpresa. Poiché spesso si trovano su delle alture, è possibile scaraventarli di sotto, privandosi però degli oggetti ottenuti.

Note[]

  • Sembrano essere deboli al Fuoco.
  • Il macigno che scagliano contro i giocatori può uccidere istantaneamente se si ha una bassa Vitalità.
    • La ragione di ciò è che infligge sia danno con l'impatto iniziale sia con le schegge di roccia in seguito.

Curiosità[]

  • Esaminandoli attentamente è possibile notare che un tempo erano schiavizzati: indossano delle catene sulle caviglie e sulla schiena sono presenti dei segni lasciati dalle frustate.
Advertisement