Bloodborne Ita Wiki
Advertisement

Il Figlio di Rom (noto come Children of Rom nella versione inglese) è un nemico apparso in Bloodborne.

Descrizione[]

Nati da Rom, il ragno ottuso, queste creature compensano l'incapacità della madre di reagire contro le minacce più grandi.

Le loro teste e corpi sono indubbiamente simili a quelle del genitore, ma entrambi sono più piccoli e dalle proporzioni ben più ridotte, mentre le zampe sono piuttosto grandi, permettendo loro di muoversi e attaccare rapidamente, spesso saltando per riposizionarsi e circondare i giocatori. Possono sparare ragnatele contro i loro nemici, come dei veri e propri ragni.

Luoghi[]

  • Lago della luna
  • Labirinto Pthumeriano inferiore, Livello 3
  • Possono apparire in alcuni Calici delle origini

Strategia[]

Il problema più grande quando si affrontano questi nemici deriva dalla loro ingente quantità. Infliggono danni molto elevati ma sono molto prevedibili e lenti.

La cosa più importante da fare è evitare di farsi colpire dal loro attacco in salto dove balzano in aria e atterrano con una testata, infliggendo danni devastanti. È bene inoltre non attaccarli mai frontalmente, bensì ai lati o alle spalle.

Note[]

  • Sono fra i pochi nemici del gioco che lasciano una Conoscenza del folle.
  • Attaccarne la testa infligge danni minimi, ma dopo averli colpiti due volte consecutive, subiranno più danni, un po' come quando il giocatore attacca un Boia in guardia.
  • I vecchi cacciatori evocati attaccano spesso prima questi aracnidi e ignorano Rom. Ciò significa che è meglio eliminare rapidamente i figli, poiché i cacciatori amici non sono capaci di schivare.
  • Sembra che i Figli di Rom vengano evocati dal cosmo stesso, poiché discendono letteralmente dal cielo, probabilmente richiamati da Rom per aiutarla a difendersi.
  • I Figli di Rom possono apparire raramente come nemici nei calici delle origini e compariranno sullo stesso livello di Rom, il ragno ottuso, se è lei il boss.
  • Esaminandole più da vicino, si nota che le loro ragnatele sono più simili all'intestino dei cetrioli di mare che non a delle vere e proprie ragnatele.
Advertisement