Bloodborne Ita Wiki
Advertisement

L'Emissario celeste (noto come Celestial Emissary nella versione inglese) è un boss opzionale apparso in Bloodborne.

Descrizione[]

L'Emissario celeste appare inizialmente in mezzo agli altri Servi celesti, e quando cambia fase diventa semplicemente gigante e con gli occhi che si illuminano di azzurro.

Luoghi[]

  • Giardino dei giraluna
    • Accessibile attraverso un passaggio dopo aver sbloccato il cancello principale a Cathedral Ward superiore.
  • Lapide di Isz: Livello 2

Lore[]

Benché ci siano pochissime informazioni al riguardo nel gioco base, nel DLC viene rivelato che si tratta di un esperimento della Chiesa della Cura, che ha usato gli orfani catturati come contenitori. Immergevano i pazienti nell'acqua, dove si trovavano anche delle particelle microscopiche ultraterrene capaci di congelare i fluidi cerebrali, e facevano ascoltare loro il suono dell'oceano, poiché secondo la Chiesa i Grandi Esseri erano a esso collegati. Questo si manifestava con il rumore di acqua proveniente dalle profondità marine, ritenuto la voce di una guida celeste che guidava verso la rivelazione coloro che possedevano abbastanza "occhi".

La maggior parte dei pazienti non conservava la sanità mentale e impazziva per via della sensazione di annegamento, convincendosi di avere fallito. Imploravano il perdono e l'aiuto di Maria, una vecchia cacciatrice che viveva nella torre dell'orologio vicina ed era incaricata di badare a loro. Lei cercò di confortarli dando loro accesso al Giardino dei giraluna, e nonostante per alcuni avesse funzionato, molti non capivano perché lei volesse aiutarli.

Coloro che venivano immersi nell'acqua venivano deformati dal processo, divenendo giganti, con corpi esili e le teste che diventavano masse informi di carne. Raramente le loro teste sviluppavano dei tentacoli, che emergevano dolorosamente ma infliggevano Follia in tutte le forme di vita che toccavano. Alcuni riuscivano ad accedere al potere cosmico dei Simili del cosmo, ma anche loro finirono per impazzire e vennero abbandonati nel giardino.

Alcuni furono così illuminati dalle parole del messaggero celeste da diventare giganti con la pelle azzurra e asessuati, capaci di evocare campi di corpi celesti pari a quelli dei Grandi Esseri. Ma persino questi pazienti, nonostante la calma della pianta di legnoluna alla quale badavano, non riuscirono a mantenere la sanità mentale e le loro teste collassarono su sé stesse per via del loro instabile potere. Anche loro vennero abbandonati nel giardino sopra i giraluna, condannati a vivere per sempre come fallimenti.

È possibile intuire che l'Emissario celeste, chiunque fosse un tempo, sia riuscito a mantenere la sanità mentale sufficientemente a lungo da comprendere il cosmo e diventare una sorta di Grande Essere. Una volta capito il procedimento, la Chiesa inizò a produrre Simili del cosmo in quantità industriale, che rimasero quasi tutti nel giardino. Questa intera zona un tempo si pensa fosse un orfanotrofio, dove i nuovi Grandi Esseri e Simili del cosmo venivano contemplati dalla Chiesa, che comunicava con Ebrietas.

Strategia[]

Durante lo scontro, il boss si camufferà da semplice Simile del cosmo e danneggiare i servi non diminuisce la sua barra della salute. Distinguere i tratti fisici del boss in mezzo all'orda è quasi impossibile, ma è possibile identificarlo perché la sua barra della salute non compare sulla sua testa quando lo si aggancia e lui stesso non attacca praticamente mai. Una volta localizzato, è bene non perderlo mai di vista per evitare di scambiarlo per gli altri. Una volta trasformatosi, il modo migliore per abbatterlo è separarlo dal resto dell'orda. Uccidere o allontanare i servi e, una volta isolato, stargli sempre alle spalle. Ha pochi attacchi che possono colpire alle sue spalle.

Una volta raggiunta la terza fase, non utilizzerà i suoi poteri cosmici finché i giocatori gli sono vicini, anche se può essere difficile per via di tutti i Simili del cosmo che possono fiancheggiarlo e proteggerlo.

Per semplificare lo scontro, è possibile usare un'arma con il Fulmine come il Piccolo Tonitrus, poiché sia il boss che i Simili del cosmo ne sono vulnerabili. È anche possibile usare una Lama d'osso dello sciamano sul boss per portare i servi ad attaccarlo, cosa che può aiutare se si viene accerchiati.

Note[]

  • L'Emissario celeste lascia la Runa di Caryll Comunione una volta ucciso.

Curiosità[]

  • Nonostante siano in molti a confonderlo per un Simile del cosmo, questo boss è a tutti gli effetti un Grande Essere, come confermato dal trofeo che si ottiene sconfiggendolo.
  • Durante lo scontro nella Lapide di Isz, non appaiono servi.
  • L'arena dove si combattono i Fallimenti viventi nell'Incubo del cacciatore è una versione alterata della passerella sopra il Giardino dei giraluna.
  • È l'unico Simile del cosmo di Bloodborne che attacca il giocatore da subito, senza dover essere prima attaccato a sua volta.

Colonna sonora[]

Celestial Emissary[]

https://youtu.be/a9q4daYA8aI

Advertisement