Bloodborne Ita Wiki
Advertisement

Bloodborne è un gioco di ruolo d'azione del 2015 sviluppato dalla rinomata casa produttrice giapponese FromSoftware esclusivamente per PlayStation 4. Affronta le tue paure mentre cerchi risposte nella città antica di Yharnam, ora maledetta da una strana malattia endemica che si spande per le strade a vista d'occhio. Pericolo, morte e follia vagano per ogni angolo in questo mondo oscuro e terrificante, e spetta a te scoprirne i segreti più oscuri per poter sopravvivere.

Trama[]

Il gioco è ambientato in una decrepita città del periodo gotico-vittoriano chiamata Yharnam, ove risiede la Chiesa della Cura, una grande organizzazione religiosa che ha introdotto il concetto di "amministrazione del sangue". Il sangue usato dalla Chiesa della Cura è unico e funge da potente rimedio capace di curare ogni malanno, da semplici ferite a malattie virulente.

Nel corso degli anni, numerosi viaggiatori hanno raggiunto la città in cerca del sangue sacro della Chiesa della Cura per curare le loro sofferenze; il giocatore è proprio uno di questi viandanti, ma uno con uno scopo molto diverso; è infatti alla ricerca di qualcosa di molto più misterioso e oscuro, la cui esistenza è nota solo a pochi: il Sanguesmunto.

E quando il ministro del sangue inietta al giocatore la prima dose di sangue, la sua avventura a Yharnam comincia.

Al risveglio, diviene chiaro che la città è piagata da una malattia endemica che ne ha trasformato la maggior parte dei cittadini in creature bestiali, mentre gli altri danno loro la caccia incessantemente. Il giocatore deve quindi navigare per le strade di Yharnam e sconfiggerne i folli abitanti e i terribili mostri per poter sopravvivere.

Poco dopo, il giocatore entrerà in una dimensione spettrale chiamata Sogno del cacciatore, che funge sia da rifugio sicuro che da officina per le armi. Il giocatore si imbatte allora in due entità: Gehrman, un anziano in sedia a rotelle che fornisce preziosi consigli ai cacciatori, e l'Automa, una bambola a grandezza naturale che lo assiste nel livellare. Gehrman informa il giocatore che per ottenere la cura di cui ha bisogno, deve cacciare i vari mostri che vagano per Yharnam.

Man mano che il giocatore si avventura sempre più in profondità a Yharnam, inizia a scoprirne i segreti più oscuri, come la venerazione per strane divinità e per il sangue e la vera origine della piaga che tormenta la città.

Sviluppo[]

Nel maggio del 2014 numerose immagini di un gioco in lavorazione conosciuto come "Project Beast" trapelarono su internet. La fonte affermava che il gioco sarebbe stato il successore spirituale dei Souls, sviluppato da FromSoftware e distribuito da Sony Japan. Qualche settimana dopo, venne pubblicato un video contenente una raccolta di scene di un trailer non rilasciato.

Project Beast venne ufficialmente rivelato durante una conferenza Sony durante l'E3 del 2014, questa volta con il nome di Bloodborne. Il gioco venne confermato come un'esclusiva PlayStation 4 sviluppato da FromSoftware e Sony Japan Studios, che ha anche pubblicato il gioco. Inoltre, venne confermato che il gioco sarebbe stato diretto da Hidetaka Miyazaki, il direttore di Demon's Souls e Dark Souls. Il gioco venne molto acclamato, poiché inizialmente ritenuto il successore spirituale di Demon's Souls.

Poco dopo l'annuncio, un trailer che sarebbe dovuto essere mostrato nel TGS 2013 venne trapelato. Numerosi fans specularono che la ragione di ciò era perché nel video risultavano molto evidenti i problemi di fluidità del gioco, che dunque non era ancora pronto per essere mostrato al pubblico.

Lo sviluppo del gioco iniziò dopo il rilascio del DLC Artorias of the Abyss di Dark Souls nell'agosto del 2012 e venne portato avanti simultaneamente a quello di Dark Souls II. Miyazaki spiegò di non aver diretto Dark Souls II proprio perché era già stato nominato direttore di Bloodborne.

Nonostante alcune meccaniche del gioco siano simili a quelle dei Souls, Bloodborne si distacca da molte delle altre. Uno dei cambiamenti più importanti fu l'ambientazione, con il gioco ambientato in un'epoca vittoriana con evidenti influenze gotiche, rispetto alle ambientazioni medievali dei Souls. Altri cambiamenti includono un approccio più aggressivo al combattimento, l'aggiunta di armi da fuoco e l'assenza di scudi e armature pesanti. Il gioco gira a 30fps con una risoluzione di 1080p.

Una demo giocabile del titolo venne mostrata in vari eventi videoludici, come il Gamescom e il TGS. La difficoltà della demo era però ridotta, per permettere ai giocatori di sperimentare il livello proposto nella sua interezza. Nell'ottobre del 2014, un'Alpha pubblica venne rilasciata su PlayStation Network per coloro che avevano ricevuto un invito via mail con un codice che avrebbe permesso loro di scaricare il gioco. Lo scopo della Alpha era quello di testare le meccaniche di gioco. L'Alpha aveva anche un livello di difficoltà maggiore. I primi due test ebbero luogo l'1 e il 3 ottobre. L'ultimo, che inizialmente sarebbe dovuto essere reso disponibile il 5, venne ritardato al 19. Nonostante né Sony né FromSoftware spiegarono mai il motivo del ritardo, si presume fosse per sistemare un bug che permetteva ai giocatori di accedere a un'area inizialmente inaccessibile per affrontare il boss Padre Gascoigne.

Nel febbraio del 2015, venne annunciata una collaborazione LittleBigPlanet 3.

Gameplay[]

Bloodborne è un gioco di ruolo d'azione in terza persona. Proprio come nei Souls, la meccanica di base del gioco è quella di utilizzare la morte per insegnare ai giocatori come comportarsi in ambienti pericolosi, incoraggiando il ragionamento di "prova ed errore" per adeguarsi alla difficoltà. Sconfiggendo i nemici, il giocatore otterrà Echi del sangue che possono essere usati per livellare, migliorare l'equipaggiamento e acquistare provviste.

Il combattimento di Bloodborne è simile a quello dei Souls, ma la formula è stata leggermente alterata. Bloodborne incoraggia il giocatore ad approcciare il combattimento in modo più "aggressivo", anziché in modo "passivo" come richiesto dai titoli precedenti. Ciò non solo rende il combattimento più veloce, ma forza i giocatori a puntare meno sulla difesa per sopravvivere. Stando a Miyazaki: "I nemici sono più forti e feroci, se aspetti passivamente è ovvio che finirai sbranato".

Charged attack 2

Il giocatore sferra un attacco caricato.

I controlli sono stati anch'essi leggermente modificati: premendo L1, il giocatore può trasformare le armi (per esempio, la mannaia dentata si trasforma in una lunga lama dalla portata maggiore). Gli oggetti curativi sono stati assegnati al pulsante Triangolo mentre altri oggetti, come le Molotov, sono assegnate al pulsante Quadrato. Con il tasto Cerchio, quando il giocatore non sta agganciando un nemico, il personaggio effettuerà una capriola come nei giochi precedenti. Tuttavia, quando il giocatore sta agganciando un nemico, il personaggio eseguirà un rapido passetto laterale, più veloce e agile della capriola tradizionale. Tenendo premuto il pulsante R2 e poi rilasciandolo, il giocatore sferrerà un potente attacco caricato.

Una nuova meccanica presente in Bloodborne è l'inclusione delle armi da fuoco, che sono state introdotte per adattarsi all'ambientazione vittoriana e al nuovo stile di combattimento. Le pistole, tuttavia, sono fatte per stordire i nemici e non per infliggere danni ingenti, tanto che sono più efficaci a corto raggio. Gli scudi sono assenti, obbligando i giocatori a fare affidamento sulle schivate per schivare i colpi. Le magie hanno una presenza minima all'interno del gioco e sono sostituite da oggetti specifici.

Bloodborne è ambientato in un mondo grande e aperto. Il mondo è interconnesso come quello di Dark Souls, con alcune zone esplorabili fin da subito mentre altre vengono sbloccate con il progredire nella storia. Le varie zone sono collegate fra loro e i giocatori possono trovare e sbloccare numerose scorciatoie in ogni area per facilitare la navigazione nei vari livelli. Nonostante il gioco sia ambientato principalmente nella città di Yharnam, i giocatori potranno visitare diversi altri luoghi e piccoli villaggi nei dintorni della città. Il gioco si concentrerà molto sull'esplorazione e alle volte sarà richiesta una torcia per navigare nei territori più bui.

Cleric beast 2

Il Chierico belva, il primo boss rivelato per Bloodborne.

Durante il viaggio a Yharnam, i giocatori dovranno affrontare creature terrificanti, inclusi abitanti mostruosi, licantropi e corvi giganti. I nemici di Bloodborne hanno una IA migliorata e sono in grado di pattugliare le diverse zone, formando persino grandi gruppi per braccare i giocatori. I mostruosi cittadini di Yharnam possono conversare fra di loro per formulare strategie per cacciare giocatori e belve. Insieme ai comuni nemici, i giocatori dovranno affrontare potenti boss, altra caratteristica dei Souls. Il gioco presenta anche un ciclo di giorno e notte, che influenza il comportamento dei nemici.

Il sistema di cure è stato modificato. Le fiale di sangue sono gli oggetti curativi di Bloodborne, rimpiazzando le fiaschette Estus di Dark Souls. Premendo Triangolo, il giocatore userà una Fiala di sangue per recuperare salute. Un altro modo di recuperare salute è attraverso il sistema di rigenerazione. Dopo essere stati colpiti dall'attacco di un nemico, una barra giallo-arancione apparirà nella barra della salute del giocatore, rappresentante la quantità di salute che può essere recuperata. Se il giocatore riesce a contrattaccare prima che la barra svanisca, si recupererà una porzione di salute per ogni attacco sferrato a un nemico. Questo sistema incoraggia il giocatore a essere più aggressivo, ma è incredibilmente rischioso, poiché lo espone a eventuali attacchi da parte di altri nemici.

Bloodborne presenta anche meccaniche online. I giocatori saranno in grado di vedere i fantasmi di altri giocatori vicini e i sistemi di messaggi e macchie di sangue dei Souls fanno il loro ritorno. Tuttavia, le macchie di sangue vengono sostituite da delle lapidi, che consentono di vedere il fantasma di un altro giocatore pochi secondi prima della sua morte, grazie alla quale ci si può accorgere di eventuali imboscate o trappole. Sia i messaggi che le lapidi sono resi possibili dai Messaggeri, creature demoniache che si comportano come servitori del giocatore. Bloodborne presenta inoltre un sistema di cooperazione, con un massimo di tre giocatori, che è possibile attivare suonando due campane: la Campana del richiamo, che evoca cacciatori da altri mondi, e la Campana echeggiante piccola, che permette a un giocatore di farsi evocare nei mondi di altri giocatori. Rispetto ai Souls, dove i giocatori "evocati" apparivano come fantasmi luminescenti, su Bloodborne hanno un leggero scintillio corrispondente al loro ruolo (blu-verde per gli alleati, cremisi per gli invasori). Le invasioni possono essere attivate con la Campana echeggiante sinistra (il livello tipico per il PvP va dal 70 al 125). Altrimenti, i membri dei Vilesangue di Cainhurst e i Carnefici possono suonare la Campana del richiamo per farsi invadere da un membro del patto opposto. Gli invasori arrivati tramite questo metodo si dicono "richiamati".

Bloodborne è ovviamente dotato di un sistema di Nuovo Gioco Più.

Accoglienza[]

Bloodborne è stato acclamato dalla critica in seguito al rilascio. Ha un indice di gradimento di 92/100 su Metacritic su 77 recensioni.

Daniel Tack di Game Informer ha dato al gioco 9.75/10, lodando l'atmosfera inquietante del gioco e gli effetti visivi mozzafiato, che secondo lui hanno "portato in vita l'orrore". Ha anche lodato il gameplay impegnativo, che ha paragonato a quello dei Souls, e la storia curata nei minimi dettagli, l'alta ri-giocabilità, il combattimento appagante e rapido, le descrizioni curate e l'estetica delle armi. È rimasto inoltre sorpreso dai boss, dall'estetica unica dei nemici e dalla colonna sonora. Ha anche lodato il sistema di multigiocatore per aver esteso la longevità del gioco, che per essere goduto a detta sua richiede grande capacità di adattamento. Ha chiuso la recensione affermando che "anche se non differisce troppo dai Souls, è un'opera magica e stupefacente che instilla terrore e meraviglia nei cuori di coloro coraggiosi a sufficienza da affrontarla".

Kevin VanOrd di GameSpot ha dato al gioco 9/10, lodando il fatto che la storia sia legata alla religione, gli energici boss, il combattimento preciso e che rende i combattimenti divertenti, oltre allo stile artistico unico e gli ambienti variegati. Ha anche lodato il comparto sonoro, la difficoltà bilanciata, che ha paragonato a quella di Dark Souls II, e le armi capaci di trasformarsi durante il combattimento. Per quanto riguarda la porzione "horror" del gioco, ha affermato che riesce a disturbare i giocatori. Anche la struttura interconnessa delle zone di gioco è stata lodata, poiché rende appagante la esplorazione.

Ben Griffin di GamesRadar ha dato al gioco 4,5/5, lodando gli ambienti di gioco dettagliati, l'estetica gotica, il combattimento ricco, le sfide impegnative, i sotterranei dei calici casuali che estendono la durata del gioco e danno ricompense di grande valore. Ha anche lodato il gioco per aver fornito un senso di progressione e aver offerto ai giocatori la motivazione per portarlo a termine, oltre alla narrativa che "rispecchia la geografia di Yharnam". Tuttavia, ha criticato la poca varietà delle classi, affermando che "l'assenza di magie, miracoli, piromanzie, archi e carichi pesanti e leggeri scoraggia troppo la sperimentazione". Ha anche criticato il gioco per forzare i giocatori a migliorare le armi in solo determinate sezioni del gioco.

Chris Carter di Destructoid ha dato al gioco 9/10. Pur riferendosi al titolo come "il Souls più stabile mai visto", ha lodato la enfasi sul combattimento in mischia e la pura abilità, così come i personaggi interessanti, i filoni narrativi secondari e le interazioni. Ha però criticato le ambientazioni poco interessanti, il multigiocatore troppo poco competitivo, la bassa ri-giocabilità e le zone inaccessibili, che ha definito "piccole e poco ri-giocabili". Ha chiuso la recensione dicendo che "Bloodborne è un miscuglio interessante di tutto ciò che FromSoftware ha appreso negli anni. FromSoftware è una delle poche case produttrici che ancora tengono a soddisfare i giocatori, e Bloodborne è estremamente soddisfacente".

Nick Tan di Game Revolution ha dato al gioco 8/10, criticando la poca varietà e le armi da fuoco inaffidabili. Ha anche fatto notare che il sistema di agganciamento e la telecamera del gioco hanno seri problemi. Ha chiuso la recensione affermando che "Pur non essendo raffinato e libero come alcuni dei suoi predecessori, continua la lunga tradizione dei Souls di creare giochi impegnativi e mettere i giocatori contro spietate e deformi mostruosità".

Dopo essere stato pesantemente criticato per l'eccessiva lunghezza delle schermate di caricamento, FromSoftware ha annunciato di stare lavorando a una patch per risolvere il problema. Una patch per risolvere alcuni problemi venne rilasciata il 1 aprile 2015, ma non menzionava le schermate di caricamento.

Espansione[]

Un espansione chiamata The Old Hunters venne confermata disponibile a partire dal 24 novembre 2015, con la vendita di copie fisiche una settimana dopo.

L'espansione si concentra su molti dei vecchi cacciatori rimasti intrappolati in un incubo e non più sostenuti dal Sogno del cacciatore, bensì sempre più dipendenti dal sangue e dalla caccia. Alcuni dettagli legati alla storia vennero rilasciati, ma venne confermato che ci sarebbero state fino a 15 nuove armi, abiti, tre nuove zone e nuovi boss. Inoltre venne confermata anche la presenza del primo Cacciatore della Chiesa, Ludwig.

Il direttore di gioco Miyazaki commentò tempo dopo affermando che, nonostante l'utenza di Bloodborne si fosse dimostrata particolarmente vispa, ci sono ancora cose legate alla trama che non sono state scoperte e che l'espansione si sarebbe concentrata su quelle.

Note[]

  • Bloodborne fu un grandissimo successo commerciale e di vendite che permise alla PS4 di confermare il suo monopolio sul mercato.

Curiosità[]

  • La parola "Bloodborne" è un termine usato realmente per indicare le malattie trasmissibili attraverso il sangue.
Advertisement